04 ottobre 2012

Post inutili: in ricchezza e in povertà

NBenissimo. Spero che, leggendo, nessuno si senta offeso; queste sono solo le parole scherzose di una ragazzina che vive ancora con le mancette di mammà e si lamenta di non poter comprar belletti; lo so che che i problemi della vita sono ben altri! L'intento è solo quello di farvi passare cinque minuti - spero - piacevoli.  Affrontate il post con lo spirito giusto ;)
Edit: Avevo messo questo avviso sotto ma ho già perso un follower D: 


 E fu così che si ritrovò senza il becco d'un quattrino.

Taglio. Schermo nero. Cambio scena.
Voce fuori campo.


E' successo senza preavviso. Senza preavviso evidente almeno: le cifre erano tutte lì, pixel su pixel nel mio account online su www.unicrepit.it. Sarebbe bastato degnarle d'uno sguardo meno vacuo durante l'ultimo ordine online e...Non sarebbe cambiato molto, ma almeno mi sarei preparata psicologicamente.
Invece, poiché sono furba come una gallina in padella, ho continuato a gironzolare con il mio fido bancomat, sentendomi persino potente: ah, quella sera ho dimenticato di prendere i contanti? Pfui, bazzeccole, mi basta un PIN e il mondo è mio. Insomma, per lo meno il riso alla cantonese e i gamberi alla piastra, sì.
Ed è così che in quel lontano pomeriggio di tre giorni fa mi sono recata con le mie amichette a teatro per comprarmi l'abbonamento, rigorosamente scontato per gli studenti. Sì, mi piace fingermi un'intellettuale, non ve l'avevo detto? Ma non è questo il punto. Il punto è che è lì che si sono manifestate le prime avvisaglie della traggggedia.





- Speriamo di non capitare nello sportello a sinistra, il tizio è odioso!
- No no col cavolo che ci vado da quello! Ma poi si può andare in 3 insieme?
- Noooo...Si è liberato proprio lui!
- Siam sfigate....


- Bla bla, nome, cognome, ah ma avevi già l'abbonamento. Contanti?
- No, carta!
  L'animo è sereno, è una vecchia routine.
  Bip bip.
  TRANSAZIONE NEGATA.
- (Aria seccata) Che facciamo, riproviamo?
- (Impallidendo, mosche che escono dal portafogli). Eh, sì....Forse ho sbagliato il pin!
  TRANSAZIONE NEGATA.
  Improperi.
  Intervento risolutrice dell'amica.
  Fine della scena, grazie al cielo. Soldi restituiti prontamente grazie alla mammina.
  Umore piuttosto seccato.

Che mi si fosse esaurito il credito è l'ultima cosa a cui avrei mai pensato.
Prima ci sono state le invettive contro la banca, contro la linea, contro la macchinetta elettronica, contro il chip della carta e i campi magnetici nascosti. Poi i dubbi su eventuali soglie massime mensili (Anche se oggi è il primo ottobre...Però boh, magari contanto a partire dal 15?) e possibili, minuscole clausole scritte in fondo al contratto: nessuno ha mai letto per davvero quelle 30 pagine scritte in Times New Roman grandezza 6 e linguaggio ibrido tra economia e giurisprudenza, parlato solo da pochi eletti.
E allora si passa alle maniere forti: si va allo sportello automatico, ché di questi soldi virtuali non se ne può più, meglio tenere i contanti sotto al materasso. Quello sotto casa non funziona, vai all'altro, fai la fila, litighi con lo schermo, metti il PIN, finalmente clicchi su Preleva e...
Operazione impossibile per mancanza di disponibilità.
E il mio ingenuo pensiero: Ma di chi, mia o della banca?
Si inizia a percepire un lieve senso di panico.

Il giorno dopo ero disposta a tutto per risolvere la questione e allora ho sfoderato l'arma finale.
No, non andare in banca, quello solo in caso di disperazione assoluta, non mi piace avere troppi contatti col mondo. Parlo del già citato conto online. Dopo aver recuperato le complicate credenziali d'accesso, che il codice fiscale in confronto è corto in modo imbarazzante, con un brivido si apre il conto.
Saldo attuale: un euro e ventisei centesimi.
L'ho scritto in lettere che fa meno impressione, ma vorrei che immaginaste il colpo al cuore nel vedere quelle cattivissime cifre piazzate lì in mezzo allo schermo, nude e crude.
Ommioddio sono senza soldi. 

Ecco, più o meno questa è la grande storia di Come Blanche scoprì di essere al verde, o le mirabolanti avventure di una spendacciona. No, purtroppo nessuno ha usato la mia carta illecitamente (ovviamente ho pensato anche a questo...Ah, il rifiuto della realtà, che bella cosa!) e a ben pensarci ho poco da stupirmi: da quando ho creato il conto per i miei 18 anni, ci sono state praticamente solo uscite, salvo qualche sporadica entrata natalizia grazie alla generosità del parentame.  Poi forse recentemente mi son lasciata un po' prendere dalla frenesia del "ho aperto un conto paypal, ora posso ordinare delle vere mucche groenlandesi!". Insomma, mea culpa. E' solo che non ero davvero preparata, e ora mi sento un po' persa. Sia chiaro, mica che sono una riccastra che gira con il set di carte placcate oro e paga col bancomat anche il caffè, eh! (Magari...A.A.A. C'è mica qualche riccone in ascolto? Sono single!). Diciamo che però avevo sempre la certezza di avere un gruzzoletto da parte in caso di necessità, che c'era sempre la possibilità di togliermi quello sfizio, e la sicurezza di non essere costretta a passare la notte come lavapiatti al ristorante di turno se dimenticavo la paghetta sulla scrivania.
E poi d'un tratto puff,  fine.
Anche in tempi migliori, io la
banconota verde non l'ho mai vista.
(grazie wikipedia.it)
Cari signori della banca, non è che la prossima volta potreste mandare uno di quei bei messaggi minatori come fa la Vodafone, con scritto che il mio credito è inferiore a...? Sarebbe comodo. Naturalmente non c'è fretta, ora che il mio conto torni a vivere ci vorrà un po' di tempo, quindi potete organizzarvi con calma. Magari assumente qualcuno per scrivere un messaggio breve e conciso, ma con un po' più di tatto.
Ormai il danno è fatto, naturalmente nel peggiore dei momenti: lauree a go-go, poi c'era quel libro che volevo comprare, mi sta finendo Erbalibera, volevamo fare una gita a Venezia per andare alla MAC (...anche per fare le turiste, sì. Più o meno), e poi volevo prendermi qualcosa della Emotional Brilliance e...e.... Tristezza.
Va bene, la smetto di lamentarmi. Sappiate solo che nel prossimo periodo vi odierò ogni volta che parlerete di un nuovo prodotto, sbaverò sulla tastiera come un cane a una grigliata in campagna e vi rifilerò recensioni e commenti di prodotti vecchi. Spero che il blog non inizi a puzzare di muffa.
Have a nice day, e la prossima volta che ordinate una pizza prestate attenzione al fattorino, potrei essere io. In tal caso datemi una mancia.

Con affetto,
Blanche

P.S. Se volete sostenere una povera acquistatrice di make up e inutilità, potete chiedermi le coordinate bancarie in privato.
Scherzo.
No, non scherzo!

P.S. 2 Ma avete visto che c'è un sondaggio fighissimo e di tendenza alla vostra destra?







64 commenti:

  1. Il tuo conto in banca mi ricorda molto, ma molto da vicino quello della mia Paypal!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Almeno...Mal comune mezzo gaudio D:

      Elimina
  2. E' per questo che non ho una carta... ho paura che potrei fare fuori tutti i soldi XD ahahah! Ed evito di fare la postepay in modo che non mi venga in mente di fare tutti gli ordini online che voglio... >:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, ormai sono entrata nel circolo vizioso di entrambe le cose...Aiuto, qualcuno mi faccia uscire dal tunnel! XD

      Elimina
  3. da un lato mi verrebbe da ridere per come hai descritto la vicenda, dall'altro però mi rendo conto della tragggedia insita nelle tue parole, quindi mi ritirerò in partecipe silenzio.
    Anche perchè devo andare a lucidare la mia carta di credito :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...Che ti si smagnetizzi ù_ù
      Ah ah scherzo, grazie per la comprensione, vuol dire molto per me :D

      Elimina
  4. Ocacchio... € 1,26? oddio sei finita sul lastrico! Ti sono vicina, Blanche, ti sono vicina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Argh, non scriverlo, che mi fa ancora male il cuore X°D
      Grazie anche a te per il supporto :)

      Elimina
  5. Il bancomat è il MALE. Spendiamo senza accorgercene ed è la fine dei nostri risparmi.
    Ti sono vicina anche io.
    p.s. ho risposto al mirabolante sondaggio, apri subito una pagina facebook!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' veramente uno strumento demoniaco.
      Grazie anche a te, è un momento difficile :(

      p.s. grazie :D a proposito di sondaggi, devo ancora votare al tuo contest! Ma sono indecisa >_>

      Elimina
    2. Uuh c'è tempo! Io ho fatto una fatica allucinante a scegliere chi mettere in finale, ero isterica, quindi ti comprendo!

      Elimina
  6. Eh capita a tutte prima o poi Blanche! Ma come si fa a resiste alla Mac o H&M o........ Non infierisco oltre!!

    M dispiace, spero si riprenda presto!!!

    www.artemodabook.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah, almeno mi fa piacere sapere che non sono sola :D
      Speriamo in una guarigione veloce :)

      Elimina
  7. Posso mettere anche il mio iban?XDDD
    E comunque sì, u_ù, me volere pagina facebook (così ti trollo meglio XD)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potremmo creare una fondazione caritatevole di aiuto alle blogger squattrinate, così potremmo chiedere direttamente lì le donazioni XD

      ..C'è buon numero di "così ti trollo meglio", mi devo preoccupare? :°D

      Elimina
  8. Cavoli, è dura lo so, se può consolarti sono ridotta pure peggio di te, ma sappiche ti sono accanto! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah grazie!
      E comunque solo una cosa: povere ma belle! :D

      Elimina
  9. Io ne ho una anche peggiore!!!! è successa parecchio tempo fa ma ancora mi vergogno come una biscia. Entro in profumeria...vedo gli smalti Collistar, ma si prendiamo quello nero tutto sbrillino, ma si, tanto ho la carta di credito! Vedo anche le pietruzze per nailart Fing'rs o qualcosa del genere...ma si prendiamo anche queste! Vedo ancora uno smalto rosa porcello Wet'n'Wild, ma siiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!
    Totale? Qualcosa di molto vicino ai 35 euro. Arrivo alla cassa trionfante.
    Passo la carta.....non funziona. Come non funziona? Ci sono almeno 50 euro dentro!
    Riprovo...niente. La signorina gentilmente mi dice che non ci sono abbastanza soldi. Cerco nel portafoglio...nulla. E lì, con almeno 5 persone in fila dietro di me, rinuncio al mio pacco e vado avanti. Esco a orecchie basse dalla profumeria giurando di non usare mai più la carta di credito! Chefffigurademmmerda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noo terribile D: Un pat pat per te....Anche se è sempre bello sapere di non essere soli ;D
      Sì, credo che per un po' anche io archivierò la carta...!

      Elimina
  10. Oh cazzo, uneruoeventisei! Che squaraus!!! Ti sono vicina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Apprezzo, la vostra presenza per me è importante :D
      Comunque dai, ho scoperto di avere la bellezza di 70 franchi svizzeri superstiti di un viaggio fatto a gennaio e mai cambiati per pigrizia....Dovrebbe venirne fuori qualcosa XD

      Elimina
  11. io mi segno sempre le spese, mi aiuta una cifra, sia a capire quanto ho che a ponderare altro. Ieri mia madre mi ha offerto il rimborso che mi doveva da 2 mesi e ho rifiutato... prima di andare a Napoli, così mi sento ricca? Anche no.
    Ha funzionato, niente bancomat usato e pochi soldi spesi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma in realtà di solito anche io sono una persona piuttosto parsimoniosa e attenta, non so bene quando la situazione mi sia sfuggita di mano :S Per l'amor del cielo, mica sono diventata una compratrice compulsiva che non sa ca che fine abbiano fatto i soldi...Diciamo che le mie uscite le conosco perfettamente, solo non mi ero mai preoccupata di QUANTO esattamente mi fosse rimasto sul conto :O

      Comunque, ottima mossa il rifiuto.

      Elimina
  12. Blanche come ti capisco e ti sono vicina. Negli ultimi mesi il mio conto ha subito solo uscite e se c'erano delle entrate non facevano in tempo a stare nel conto che riuscivano di nuovo..ahahahah..mi sono presa l'abitudine di controllare periodicamente le mie finanze in modo da non rischiare di restare al verde. Anche perchè mia mamma non mi finanzia mai i miei colpi di testa cosmetici! Dai, a natale manca poco.. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già, per quanto i miei mi finanzino nella maggior parte delle cose, per i cosmetici me la devo vedere da sola....Anche perché preferisco tenerli all'oscuro della gravità della situazione, almeno fino a che nessuno di loro aprirà lo scaffale in bagno!! :D
      Tiriamo la cinghia fino a Natale :D

      Elimina
    2. A me è arrivata una mail dalla mia banca, l'Intesa San Paolo, dove mi informava che se volessi adesso ogni volta che prelevo o spendo mi mandano un msg. Una volta questa opzione c'era solo per le carte di credito.
      Sai cosa faccio io per tenere sotto controllo le spese? Mi segno sempre tutto quello che spendo dai 30€ in cosmetica ai 2€ di caffè e croissant. In questo modo mi rendo conto tante volte di quante cose futili acquisto, ma tutto ciò non basta a fermarmi in certi casi T_T

      ps: ovviamente i miei non possono essere informati sugli acquisti cosmetici, credo che potrei essere bandita dalla casa!

      Elimina
    3. E' che come ho detto poi ad Alice più sotto, in realtà per gli acquisti su interne mi arriva un messaggio: però arriva sul, quando sono perfettamente consapevole di star spendendo tot euro....Sarebbe molto più efficace se ci fosse scritto "hai appena speso 50 euro. Lo sai che te ne restano solo 10 sul conto, vero?" :D
      Comunque, ho appena creato un file excel dal significativo titolo "soldi". Ora sta tutto nell'aggiornarlo :D

      Elimina
    4. A me mia mamma arriva così quando usa la carta di credito, ad esempio speso 47€ saldo residuo 1200€. Chissà se anche per il bancomat non facciano qualcosa del genere! Secondo me più che sul pc ti conviene farlo sul cellulare, così puoi aggiornarlo in tempo reale :)

      Elimina
    5. Ah capito! No, purtroppo i messaggi che arrivano a me non sono così avanzati XD
      Comunque il problema è che ho un cellulare del paleolitico...Ti dico solo che è ancora di quelli che si aprono a conchiglia :P Credo che abbia una specie di cosa per segnare le spese, ma mi sa che è più faticoso che altro! :D

      Elimina
  13. Un minuto (anzi due ) di silenzio per il tuo conto in banca...sono stata anche io una studentessa squattrinata fino a circa 6 anni fa e nessuno meglio di me capisce il tuo dramma :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie anche a te per il tuo rispettoso silenzio :D
      Mi sento compresa! :)

      Elimina
  14. Ti capisco benissimo! Potrei averlo scritto io. Non ho però ben capito la premessa iniziale... perché hai già perso una follower? Per questo post??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La premessa è perché credo che i soldi siano sempre un discorso un po' delicato: temevo che qualcuno potesse sentirsi preso in giro a sentirmi parlare di "povertà" quando la mia situazione naturalmente non è nulla di veramente preoccupante. Il mio post ha un tono palesemente scherzoso ma si sa, la gente spesso se la prende troppo e avevo paura che qualcuno mi insultasse dicendomi "ma vai a lavorare, tu e i tuoi rossetti!".
      E insomma, esattamente 5 minuti dopo aver messo su questo post, che originariamente aveva quell'avviso in fondo, da 85 follower sono passata a 84! Magari è solo un caso, però ci sono rimasta malissimo ç_ç

      Elimina
  15. Proprio per questo il bancomat con i soldi lo lascio a casa (e mi chiederai, "che te lo sei fatta a fare?" ..mi sono trovata spiazzata quando mi hanno chiesto un iban per il contratto di lavoretto XD) e mi segno sempre le entrate e le uscite u.ù

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah sì, non sei la prima che mi dice di aver dovuto fare il bancomat per lavoro: molte amiche hanno dovuto aprire un conto per dei lavoretti con paga minima O.o
      Comunque, all'inizio in realtà il bancomat mi aiutava a spendere di meno: se tenevo i soldini tutti in contanti, succedeva che un giorno prendevo dalla riserva segretissima 50 euro e dopo 3 giorni me ne trovavo in portafoglio 5, senza sapere bene dove fossero finiti! (in cibo, soprattutto XD).
      Non so bene se siano stati gli ordini online a rovinarmi XD Oppure se alla fine sia diventata un'abitudine tirare fuori la carta/prelevare ogni volta che non avevo contante, piuttosto che stringere i denti e rinunciare a qualcosa come avrei fatto di solito :)
      Comunque sei già la terza che mi dice che si segna entrate e uscite: lo farò. promesso!! (excel, vieni a me! :D)

      Elimina
  16. Mia Cara Blanche sembra che tu abbia raccontato anche le mie di peripezie!
    Non ho un conto Paypal, m un comunissimo bancomat...e con quello in mano, l'eventuale possibilità di aprire un libretto di risparmio presso Poste Italiane è nient'altro che una simpatica barzelletta xD
    Mia madre vive in Olanda e come consuetudine, lo scorso anno sono andata a trovarla per le vacanze di Natale e così dopo una settimana di giri in centro e la convinzione di aver comprato solo "qualcosina", abbiamo deciso di andare a visitare i musei di Amsterdam...così finito l'ultimo tour tra i dipinti di Van Gogh e arrivata con intrepida soddisfazione alla cassa del reparto souvenir con in mano un numero di oggetti non indifferente, (considerato anche il fatto che una mini matitina in legno costa €3!!!), sono arrivata lì e...
    -"Miss, I'm sorry, but may be you run out of money"...
    -"What? I'm sorry, but you're wrong. Maybe your network is not good at all..."
    -"Miss, I tried 3 times...I'm very sorry".
    Mi sono guardata dietro:una fila di 50 persone, sconforto totale. E fu così che la mia mammina dovette salvarmi da tale scempio!
    Finito tutto, stessa storia tua: Mi deiceva che non c'era disponibilità e non capivo se il problema fosse mio o della banca, ma purtroppo non mi stampava il saldo...così ho dovuto contattare la banca, che mi ha gentilmente annunciato che il mio conto era sotto di ben 25 euro...BUON NATALE! xD
    Dopo quell'episodio, tornata in Italia ho dovuto affidare per un periodo il mio bancomat al mio fidanzato e nel riprendermi dallo shock ho cercato di guarire dalla mania di shopping compulsivo!

    INFINE, GRAZIE PER I 5 MINUTI D'ALLEGRIA CHE CI HAI REGALATO...UN BACIONE! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah ma grazie anche a te per la bella storia, mi ha tirato un sacco su leggere anche le vostre avventure! :D
      Tanta comprensione per la figuraccia al museo...!
      Io per adesso il bancomat me lo tengo, perché per rimpinguarlo ho bisogno di metterci periodicamente su qualcosina, ma credo di aver imparato la lezione! :D

      P.s. grazie, sei carinissima!!!

      Elimina
  17. effettivamente a me arrivano gli sms di quando spendo...potremmo proporre di mandare una volta ogni 15 giorni, un sms con il saldo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche a me arrivano quando sfaccio acquisti, almeno per quelli su internet; immagino come misura anti-truffa (per la serie: sei statu a spendere 50 euro su trucchivari.it, vero? :D). Questi però non servono a molto, perché sul momento so benissimo di star spendendo 50 euro XD Mi servirebbe una cosa come hai detto tu, un sms ogni tot con il saldo :D

      Elimina
  18. hauhauahuahuah huahuahau ti prego scusa se rido alla tua tragedia lo so non so faa ma sei troppo divertenteeee cioè hai delle uscite meravigliose unicrepit per esempio mi ha fatto rotolare dalle risate.... ti adorooo ! mi dispiace per il gruzzolo finito .. cavolo quanto ti capiscooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :)
      Bè dai, almeno sono contenta di dilettarvi con le mie tragedie ;) Per la serie: ridiamoci su!

      Elimina
  19. Quel file Excel...aspetta tanto anche me:( Lo farò ,lo farò...lo devo assolutamente fare.

    Se possiamo consolarci...o illuderci (possiamo ??? ) Bechy ( I love shopping )se l'è cavata , c'e qualche speranza anche per noi comuni blogger mortali con una grande passione per il make-up ?

    Un bacione,cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che quando ho fatto la terribile scoperta, ho pensato proprio a quel libro? XD
      Bè direi che c'è speranza, dobbiamo solo accalappiare un figaccione ricco :P
      Comunque almeno sognare è gratis, quindi direi che abbiamo tutto il diritto di illuderci :D
      bacini

      Elimina
  20. Proprio per questo motivo preferisco usare i soldi, almeno mi rendo conto di come svaniscono sotto i miei occhi, in viaggio ho pagato molto con la carta e tornata a casa mi sono resa conto di aver speso un patrimonio...SENSI DI COLPA A GOGO!!!
    Piano piano la tua carta si riprenderà, sii fiduciosa!

    nuovo post:
    http://curlsandfrecklescs.blogspot.it/2012/10/b-joux-di-michela-monzani-simona-vs.html
    xoxo
    Simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sono fiduciosa anche io! E' stato un duro colpo ma ci rimetteremo in seso ù_ù
      Nel frattempo anche io convivo con i sensi di colpa :D

      Elimina
  21. Se non mi segnassi le spese che faccio potrebbe capitare anche a me. Solo che il bancomat non l'ho mai avuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi state facendo sentire una persona orribile perché fino ad ora non mi ero mai preoccupata di segnare le spese X°D
      Io comunque il bancomat all'epoca lo feci in un certo senso per necessità :)

      Elimina
  22. Anch'io ti sono vicina e ti comprendo... è proprio impossibile resistere a quella vocina che dice: "comprami, comprami!", a volte. :)

    Rouge and Chocolate Blog
    Rouge and Chocolate Facebook
    Rouge and Chocolate Twitter

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già! Spero solo di aver imparato la lezione! :)

      Elimina
  23. mi ero persa questo post, mi hai fatto morire!!! xD sei fantastica!!!
    ho riso un po' meno per il fatto che poco tempo fa mi è successa la stessa cosa. Mi ero dimenticata che se striscio e basta, senza mettere niente sul conto, la disponibilità sarebbe potuta finire...
    per fortuna (più o meno) che sto attraversando un periodaccio, e con un paio di occhi dolci al momento giusto, ho ricevuto una donazione paterna! :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pare proprio che a strisciare a caso, prima o poi si resti senza soldi...Che strano fenomeno :D
      Ahaha, mi dispiace per il periodaccio ma sono contenta almeno per le tue finanze! :) Magari i soldi non fanno la felicità però..:Senza dubbio fanno comodo XD

      Elimina
  24. Post carinissimo! purtroppo capita di farsi prendere la mano con gli acquisti, soprattutto con quelli on line! Starai più attenta la prossima volta ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sissignora, Blanche non si lascia fregare due volta allo stesso modo: ormai ho imparato la lezione...Spero! :D

      Grazie per il tuo passaggio ^^

      Elimina
  25. Leggo solo ora, ti prego comprendi: sono iniziate le lezioni. ç_ç

    Ti sono vicina, se cerchi una compagna per elemosinare mi offro volontaria. Saldo della Postepay: 0,98 euro. Saldo del portafogli: lasciamo perdere, ha il segno meno davanti. Grazie Polstrada per aver messo un autovelox sulla strada di casa... Grazie. -_-"

    Il bancomat non l'ho mai usato proprio per paura di rimanere a secco in queste occasioni; emotiva come sono esploderei dalla vergogna!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comprendo benissimo, ahimè :'(
      Ahah comunque l'importante è mantenere sempre la faccia tosta e dare la colpa alla banca o alla linea che non funziona :P

      Elimina
  26. Non si può non ridere per come la storia è raccontata, non ti offendi vero? Ma scrivi troppo bene, mi strappi sempre ben più di un sorriso! Se ti consola non si può però nemmeno non essere solidali con te!!
    Però io non voglio che mi odi ogni volta che pubblico un post nuovo!! :(
    In cambio prometto di apprezzare anche post su prodotti vecchi!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma va, offendermi di che! Anzi, è il mio sport preferito farmi una risata anche nelle situazioni peggiori..:E se faccio ridere anche voi tanto meglio :D :D

      M-ma se me lo dici così non posso odiarti, mi sentirei una persona orribile ç_ç Va bene, va bene, non vi odierò! Mi limiterò a essere logorata dall'invidia XD

      Elimina
  27. ti capisco benissimo, sono diventata un'esperta tra home banking, carte di credito (aspetta che controllo) e bancomat vari, ogni volta che estraggo il bancomat ho sempre un brivido al pensiero che la transazione non vada a buon fine quindi sono diventata una maniaca dei conti e del controllo...ovviamente questo non vuol dire che non spendo anzi! Sono duri colpi comunque quando ti eri già programmata un acquisto e devi rimandare...hai tutta la mia solidarietà! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, apprezzo :D
      Ahaha, in effetti probabilmente adesso mi verrà l'ossessione e diventerò un'esperta di banche e co. a furia di controllare XD

      Elimina
  28. Ti capisco, non bene, benissimo. Perchè a me successe i primi tempi che avevo il bancomat. Lavoravo già, ma spesi così tanto un mese che superai il limite consentito e mi rifiutarono il pagamento. Ovviamente, me la presi con la povera commessa (ma poi mi scusai, era un negozio dove andavo spesso)....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è chi se la prende con la banca e chi con la commessa! :)
      In realtà, io la carta ce l'ho anche da abbastanza tempo, quindi non ho nemmeno la scusante dell'inesperienza :(

      Elimina
  29. Aaaah, come ti capisco!Ricordo ancora la prima volta che arrivò a casa l'estratto conto della carta di credito, fortuna che Mami mi ama e si avvicinava il compleanno, altrimenti avrei iniziato con la pizza e proseguito come lavapiatti nel ristorante più vicino!

    P.s. Voglio la pagina per stalkerarti meglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine anche la mia Mamy ha avuto pietà. Non tanta in realtà, ma almeno adesso il conto ha due cifre XD

      Elimina
    2. Ahahha, sicuramente meglio di un euro e ventisei centesimi!

      Elimina

Un commento al giorno leva il medico di torno :D