12 dicembre 2013

Baby It's Cold Outside (Consigli anti-freddo)

Di quando Blanche non aveva preparato il post ed era con l'acqua alla gola



Non mi soffermerò a spendere fiumi di parole su quanto sia brutto il freddo, su quanto nuoccia alla pelle delicata di noi principessine e su quanto non vedo l'ora che levi le tende, anche se in realtà non ha manco finito di accomodarsi per bene. Non lo farò perché penso la stessa identica cosa anche del caldo afoso, e quindi se inizio a lamentarmi di una cosa poi mi tocca farlo anche dell'altra, e non se ne esce più. Comunque, ecco qui un post invocato a gran voce dalle masse (leggi: un paio di commenti. Ma da queste parti sono tantissimi) con qualche consiglio di banalità indicibile su come affrontare il grande freddo. Direi che siamo al livello delle sciocchezze che potreste leggere sulle rubriche beauty di Novella 2000, tanto per darvi un'idea. Roba ad alto tasso culturale, astenersi pecoroni.

Zoey Deschanel riesce a essere cerbiattosa anche mentre spala neve sotto forma di fumetto (video).


Mani da muratore

Mi chiedo come sia possibile che nessuno abbia ancora vinto qualche illustre premio per aver dimostrato, in via teorica o sperimentale, la validità dell'equazione freddo = mani screpolate. Perché, almeno per le mie mani, questa è una verità indiscussa: basta che la temperatura si abbassi giusto di qualche grado rispetto alla media dei tropici che le mie zampette la prendono subito sul piano personale, e per ripicca si ricoprono di rossori e crosticine, regalandomi una sofisticata ed elegante aria da scaricatrice di porto (nulla di personale contro la categoria).  Oltre a darvi i soliti consigli da Speciale TG1 tipo non usare saponi troppo aggressivi (un suggerimento a caso lo trovate qui), lavare le mani con l'acqua calda e asciugarle sempre bene bene (tanto, noi stiamo sempre chiuse in casa, mica che andiamo in giro e i bagni non hanno manco la carta igienica, figurarsi quella per le mani =_=), vi propino anche qualche bel prodotto da me utilizzato nei momenti di difficoltà. Tanto lo sappiamo tutti che il tormentone dell'inverno è lei, la crema mani; quella che con tutta la strada che s'è percorsa sepolta in fondo alla borsa potrebbe riscattare un viaggio intorno al mondo con le Millemiglia di Alitalia, quella che poi lascia tutte le dita unticce e che sprigiona un profumo nell'aria che fa voltare l'intera aula. Senza dimenticare poi la nuova piaga dei tempi moderni, cioè l'uso combinato di crema per le mani e touchscreen. Che il cielo ve ne scampi. Anyway, ho provato un numero di prodotti di questo tipo imbarazzantemente alto, senza in realtà mai imbattermi nel grande amore della mia vita. La mia memoria è anche abbastanza lacunosa e prima di avere un blog non facevo particolarmente caso ai nomi della roba che mi spalmavo addosso, quindi in realtà tutti gli sforzi pregressi sono andati perduti, perché non saprei neppure parlarvene °_°. Vi posso solo citare della crema che utilizzavo l'anno scorso, che già aveva fatto capolino in un altro post: è una crema al burro di karitè di Bottega Verde, non molto diversa dalle millemila altre che vi tirano dietro propongono nelle varie linee. Ha un buon profumo, lascia una bella sensazione ma per il resto è senza infamia e senza lode. The End. Che consigli di cacca, lo so. Ma che volete da meeeeeeh, mi basta avere qualcosa che mi crei una bella barriera di grasso di foca contro il vento esterno, tutto il resto è roba accessoria ç_ç.
Ma invece di concentrarvi su quanto il contenuto di questo paragrafo sia scarso, non preferireste dei deliziosi cereali Cheerios? O meglio, non preferireste lasciarvi abbindolare da questa crema che vi regala anche la tazza dell'Uomo Focaccina? Eh? Eh? (*)
(Bene Blanche, ora che si sono distratti, approfittante per fuggire dalla porta sul retro...).

Il consiglio poraccio: quando siete fuori casa e le mani implorano pietà, se avete dimenticato la crema a casa potete sempre fare ricorso al burrocacao. Quello so che ce l'avete. Vi darà un po' l'idea di pomiciare con le vostre mani, ma insomma, è sempre roba vostra. L'importante è che siano belle pulite.

Viso di cartapecora 

Oltre alle mani, spesso ci si mette anche la pelle del viso, che diventa il regno delle pellicine anarchiche e il terrore di qualsiasi fondotinta. Naturalmente è cosa buona e giusta ingolfarvi di crema notte e dì, magari usandone una un po' più ricca rispetto al solito, ma non sottovalutate anche qui l'importanza del detergente viso: fate attenziona a usarne uno abbastanza delicato (ma lo sapete che ho sproloquiato in lungo e in largo di quelli Lush?) o a sospendetene addirittura l'uso, se necessario. Già, quando la pelle protesta con troppa vivacità, io torno alle sane abitudini dei contadini di una volta e mi lavo il viso con l'acqua calcarea delle mie tubature. Che non so se serva davvero, ma mi pare un gesto significativo.
E' utile anche usare una maschera idratante: se la cucina è il vostro regno, potete spignattare in fantasia e spatafasciarvi la faccia con miele, yogurt, salsa barbecue: la rete pullula di tutorial di questo tipo. Io invece sono una brutta persona e mi affido alle sapienti mani dei chimici industriali, e da brava massaia che compra le minestre surgelate, anche le creme viso me le procuro in busta. Utilizzo la maschera idratante della Nivea, che si diverte a cambiare nome e confezioni ai prodotti ogni due per tre, ma sono abbastanza sicura che quella che vi ho linkato sia quella giusta :D. Come la sua compagna dedicata alle pelli impure che avevo già recensito, anche questa maschera mi piace molto e mi lascia una bella sensazione sulla pelle, aiutandomi un po' a spegnere i focolai della rivolta pellicinosa. 

Il consiglio poraccio: per i nasini raffreddati che si screpolano paurosamente a suon di soffiate di naso, una terapia d'urto è quello che ci vuole; una crema mani o corpo bella grassa andrà benone o, se non l'avete richiuso in un luogo inaccessibile fino a primavera, anche il doposole è perfetto.

Conclusioni 

E infine, per coronare l'inutilità fatta post, ecco i consigli extra-beauty della nonna  da scolpire sul muro dell'ingresso:

- La testa al caldo devi tenere, se il tuo neurone vuoi ancora vedere
- Puoi spalmarci sopra un etto di crema, ma se il guanto manca, la mano trema
- Anche se non è arrapante, la canotta di lana è un buon isolante

Su su, copritevi, forza, che poi vi lamentate che a Natale c'avete la febbre, vi conosco.

_____________________________________________________
*E' doveroso indicare che questa notizia era giunta alle mio orecchie (anzi, ai miei occhietti) tramite Chiara/GoldenVi0let, via Facebook. Non ricordo se sulla sua pagina o se sul suo profilo privato che stalkerizzo. Ops.

19 commenti:

  1. "Anche se non è arrapante, la canotta di lana è un buon isolante" LOL

    RispondiElimina
  2. hahahah pensavo di non leggere niente di più esilarante del pomiciare con le mani, ma mi sono dovuta ricredere attribuendo il primo premio alla canotta di lana!

    RispondiElimina
  3. io ti amo! oltre ad aver riso dall'inizio alla fine mi hai ricordato che forse, per ricorrere al dramma della mia pelle del viso leggermente a pezzi, dovrei comprare una crema-bomba da notte.

    Ora correrò via felice e sorridente perché nel mondo (nel nostro mondo, poi) esiste una donnina come te <3

    RispondiElimina
  4. Sto rotolando dalle risate!!! XDDDD Post dell'anno!! :DDD
    Altro consiglio della nonna: una bella tazzona di té fa miracoli per riscaldare le mani, il corpo e il cuore <3

    Invece, parlando seriamente, l'olio di jojoba mi ha salvato la faccia in molte occasioni di pelle screpolata e secca u_u

    RispondiElimina
  5. Ahaha adoro i tuoi consigli! :) Al primo freddo la mia pelle del viso diventa screpolatissima e le mani mi si spaccano, per me l'inverno è già arrivato e spalmo burro di karitè ovunque per nutrire! Canotta immancabile :=D

    RispondiElimina
  6. le perle di vera saggezza sono tutte alla fine!
    :°D

    RispondiElimina
  7. XDD I consigli finali sono i migliori!

    RispondiElimina
  8. Le perle di saggezza alla fine mi hanno dato il colpo di grazia, sappilo X°°°°°D

    RispondiElimina
  9. La canotta di lana è sexxxxy! *crediamoci*

    RispondiElimina
  10. mmm...allora per coprire le mani, uso i guanti da slalom gigante di sci. Tengono fino a -30. li ho presi in un negozio di sport e mi han detto che terrebbero pure in Marmolada. Poi, per il viso mixa tutti i campioncini che hai, ti riscalderai (forse con una bella irritazione). Blanche, ma sei un po' off. no la canotta di lana, esistono le maglie termiche (da sci) aDecathlon, sui 5 €. Fanno tanta differenza. Non possiedo l'auto da 7 anni e vado sempre in bici. Il consiglio migliore per non prendere freddo? non uscire mai di casa !! fidati che resti calda, e dura...

    RispondiElimina
  11. Non riescono a smettere di ridere!
    Io sono una freddolosa rara quindi, sexy o no, la canotta è sempre con me! Purtroppo il freddo quest0anno mi ha preso in contropiede quando avevo lasciato a casa guanti e cappello ed è stata una bruttissima esperienza T.T

    RispondiElimina
  12. Crema mani mia abituale è quella della linea gabbiano dell'Esselunga (anche se mi hanno appena regalato latte corpo e crema mani al pan di spezie di BV che, secondo me, profuma di vin brulè...non so voi...) e mi para le mani tutte le volte.

    Altra cosa che ho comprato e con cui faccio all'ammmmmore tutte le sere e il burro di karitè: tutte le sere sulle estremità di mani e piedi, naso e contorno labbra. E il corpo mi ama.

    RispondiElimina
  13. Dalle mie parti diciamo "mani fredde cuore caldo"... per me è una soddisfazione sentirmelo dire ma le mie mani rimangono congelate anche con due paia di guanti (di solito mi metto quelli di lana e sopra quelli di pelle...) e i piedi! se non esco con almeno tre paia di calze durante l'inverno corro il rischio di vederli diventare blu-assiderati.... sapete se hanno inventato le calze riscaldanti tipo coperta elettrica? che puoi scegliere la temperatura da tenere al tuo piedino? sarebbe una cosa stupenda.........

    RispondiElimina
  14. Ps. la cannottiera di lana è molto molto sexy a seconda di chi la guarda....

    RispondiElimina
  15. Crema mani e touchscreen...quanto è vero!! XD comunque anche io ho provato le creme mani bottega verde: una argane e iris (faceva parte di una confezione regalo) e un campioncino di quella al karitè. Unica nota positiva è che si assorbono in fretta, perchè per il resto zero..non idratano una cippa e hanno una profumazione che dopo un po' stucca proprio!! Ultimamente uso quella LD..avrà un inci da paura però alle mie mani sembra piacere :) e considerato poi il prezzo irrisorio..felice me!!

    RispondiElimina
  16. io penso che solo il circolo polare artico sia più freddo delle mie mani... però dai, devo dire che è da un bel po' che non ho delle mani spaventosamente screpolate!!! :)
    ed è anche da un bel po' che non rido così tanto!!!! ^.^

    RispondiElimina
  17. Ahahahahah!!!
    Condivido il discorso dello spignattamento... Se tu sei una brutta persona allora io sono pessima, visto che oltre alle minestre surgelate compro anche i sughi pronti!!
    Per i detergenti viso mi sono trovata bene con il Maisenza di Lush, penso che lo ricomprerò a breve!!

    RispondiElimina
  18. Cioè lol xD
    Colgo l'occasione per raccontarti un aneddoto capitatomi uora uora, tanto per restare in tema di ghiacci.
    Torno a casa alle 10 e mezzo, il riscaldamento è spento e ci sono 15 gradi in casa. Poco male, accendo i termosifoni, preparo la cena e chiedo al pinguino appollaiato sul divano se vuole favorire.
    Passata un'ora, mi accorgo con vivo terrore che i termosifoni sono SPENTI.
    Per farla breve: mi sono armata di piumino e dopo un'ora di litigi con la caldaia (ovviamente posizionata sul terrazzo) riesco a far scaldarevla baracca.
    Solo che qui ancora si gela ç.ç

    RispondiElimina

Un commento al giorno leva il medico di torno :D