12 giugno 2014

Review: ombretto/matitone Stays no matter what by Essence

Ciao! Se non ti interessano le mie inutili chiacchiere (perfettamente comprensibile) puoi andare direttamente alla recensione cercando la freccia ➔.  Giurin giurello che non la prendo sul personale.


Tanto tempo fa, in una galassia un regno lontano lontano,
un marcho di nome Kiko introdusse un ombretto assai strano.
Non era in cialda e neppure minerale;
poteva dirsi cremoso cremoso, ma non normale;
in forma di stick esso si mostrava,
e mille e una Guru lesto conquistava.
La principessa Blanche, di natura avara e indolente,
di questi nuovi prodigi non volle sapere niente;
nelle sue amate polveri si crogiolava
e sentiva che nulla le mancava.
Finché.... Finché ritirati, che nelle rime sei una capra.  


Ordunque. In questa prefazione, che sono certa verrà a breve riconosciuta come la maggiore opera letteraria dell'ultimo decennio, ho introdotto quello che sarà l'argomento di oggi. L'ho presa molto alla larga a dire il vero, dato che non ho fatto altro che indicare che parleremo di ombretti cremosi in forma di stick/matitone/roba allungata (ditemi che, nella penosità delle rime, almeno questo si capiva). Poi vabbè, se avete letto il titolo e se non vi è sfuggita la gigantografia qua sotto, saprete già che andrò ad aggiungere l'ennesimo e inutile parere relativo ai (non più tanto) nuovi matitoni per occhi prodotti dalla Essence. Non è esattamente un'anteprima esclusiva ma che ci volete fare, ho l'hobby di scoprire l'acqua calda di tanto in tanto.

Blogger che si dimenticano di fare foto e rimediano all'ultimo col cellulare. Che gente.

06 giugno 2014

E' Giugno

L'evidenza dei fatti è che il blog è in pausa da un po.
Ma.
Credo che potrebbe essere giunta l'ora di tornare a infestare il web con recensioni inutili e poco aggiornate. Niente ritorni in grande stile, è solo per dire che prima o poi comparirà un finalmente un nuovo post, come se nulla fosse.
A presto
Blanche