29 maggio 2015

Mini-review: Notting Hill ombretto minerale - Neve Cosmetics


Stamattina alle ore 7:52 una mail dell'ufficio stampa di Neve Cosmetics mi ha informata che fino all' 8 Giugno le mini-size dei prodotti minerali sono in offerta a 2,99 €. Un orario come un altro per mandare mail insomma, ma non è questo il punto. E' che boh, ho pensato fosse una buona occasione per riesumare il blog con una review volante, in un raro impeto di creatività e tempo libero. Cercherò di essere breve ma intensa, per convincervi in poche non troppe righe che questo piccolo ombretto, uscito ormai qualche era geologica fa, merita davvero la vostra attenzione, possibilmente prima della scadenza della promozione che c'èccccrisi

Ho ricevuto l'ombretto in questione, Nottingh Hill, gratuitamente. No, non nel senso che me l'hanno inviato per recensirlo, nel senso che mi è stato gentilmente spedito come omaggio insieme a un ordine effettuato sul sito, su mia richiesta. Non vorrei sbagliarmi, ma forse risale proprio al primo ordine che io abbia mai eseguito presso di loro, con tanto di pagamento in contrassegno perché "gli acquisti online sono pericolosi che ti rubano la carta e scoprono pure dove abiti e ti rapiscono il criceto". Ah, bei tempi quelli. Questa spiegazione dovrebbe placare la curiosità che vi ha certamente assalite appena avete visto la foto qui sotto, in cui compare il packaging vecchio, che ho amorevolmente conservato intatto con tanto di adesivo promozionale. I suoi contorni ultra-sbiaditi dovrebbero darvi un'idea della data d'acquisto (spoiler: vivevamo ancora sugli alberi). La colla però ha retto bene, i miei complimenti.


So che ci speravate, ma devo deludervi: in tutti questi mesi di assenza, non sono migliorata di una virgola come fotografa.



Andando al sodo, questo ombretto è semplicemente schizofrenico.
Da asciutto, è tremendo: un colore champagne appena luminoso ma per niente pigmentato, anonimo, scialbo, inutile, depresso. Una roba che c'è ma non si vede, nel senso che pure se non lo mettevi faceva lo stesso; l'uomo invisibile nei suoi giorno no. Non dico brutto eh, ma degno di nota quanto le turbe digestive di una mucca altoatesina.
Ma.
Armatevi di un pennello inumidito e lì sì che vi mostrerà la sua vera natura, trasformandosi da quella polla disagiata di Bunny in quella splendinda gnoccolona che è la Principessa della Luna.
Tutta un'altra storia: un effetto bagnato (maddai?!) e quasi metallico con dei riflessi da paura, a dir poco splendido. Chiaramente è tanto bello quanto io sono incapace di descriverlo, ma siccome la speranza è l'ultima a morire, almeno ci provo. Nella forma wet, il color crema-beige (ma a me pare pure un po' dorato?) si perde un po' a favore di riflessi rosati, che da asciutto si notano appena, e alla fine ne risulta una specie di color salmone (forse?) con dei riflessi rosa e...oro. Mi arrendo. Non per nulla il post include un delizioso supporto visivo che dovrebbe aiutare un po' la mia incapacità di espressione.
...
D'accordo, ammetto che dalla foto non sembra tutto 'sto gran fenomeno, ma davvero, è solo che io sarei capace di far venire male in foto anche le modelle di Victoria's Secret.
Vi dirò che anzi che dal vivo tutta questa sua brillantezza e luminosità e bla bla vari lo fanno risaltare come un faro nella notte, tanto che bisogna stare attenti a non abusarne (o se preferite abusatene pure, chi sono io per dirvi di non farlo). A me piace utilizzarlo nell'interno dell'occhio o al centro della palpebra, sfumandolo invece con dei colori più scuri all'esterno per fare un bel contrasto - se state pensando che abbia dei gusti schifosi sì, è probabile. Naturalmente, da bagnato è più difficile da lavorare quindi la mia innovativa (?) tecnica è quella di realizzare prima il trucco completo con sfumature, chiaro-scuri e compagnia cantante, eventualmente utilizzando Nottingh Hill da asciutto, come base; solo alla fine, lo picchetto delicatamente dove voglio che si veda davvero.
Dopo un po', l'effetto abbagliante diminuisce e perde un po' di intensità, lo ammetto, ma a mio parere resta sempre ben visibile. 

La lochesciòn bucolica non è dovuta al solito tentativo patetico di fare una foto artistica, ma alla disperata ricerca di una luce decente. 
Si ringrazia la gentile pianta per la collaborazione.


Mi rendo conto io stessa che le descrizioni e le foto di questa review sono davvero penosi, e si capisce a malapena di cosa stia parlando, ma ecco un pratico riassuntino di quello che cercavo disperatamente di dire. Io detesto gli ombretti minerali: polveri svolazzanti, jar aperte pericolosamente in bilico sul mobiletto del bagno, praticità di trasporto sotto zero. Se possibile, detesto ancora di più gli ombretti minerali bagnati, perché chi me l'ha fatto fare. Ma davvero, questo ragazzone qui è in grado di regalare un tocco in più a tutti vostri  trucchi ('ddio, mi sento una di Novella 2000) con uno sforzo minimo, e una mini size basta e avanza per vivere felici e contenti per sempre, o quasi. Dulcis in fundo, rientra nella mia personale top-pochi degli ombretti che mi regalano complimenti facili, chiaramente del tipo "che bell'ombretto" e non "che gnocca che sei oggi", ma meglio che niente.
Mettetelo nel carrello, ora.




P.S. Vorrei che voi tutti apprezzaste il fatto che non mi sia lasciata andare a facili battute su Hugh Grant. Non è stato facile. 

7 commenti:

  1. Me lo segno in wishlist perchè mi hai convinta v___v è davvero molto elegante e spero di non avere qualche suo duPPe, si insomma un fac simile, un gemello separato dalla nascita. Devo dare uno sguardo prima di lanciarmi all'acquisto alla cieca.
    Comunque dai anche da asciutto un po' si vede XD

    Applausometro per non esserti abbandonata a facili riferimenti filmici, thumbs up!

    RispondiElimina
  2. Bellino l'ombretto ma questa volta passo. Comunque è sempre un immenso piacere leggerti, lo troverei gradevole anche se ti mettessi a disquisire sulla deprecabile assenza delle mezze stagioni. Quindi spero ti vengano più spesso questi impulsi. ;D

    RispondiElimina
  3. Ma che carino questo articolo. E si, mi avevi convinta a prendere questo ombretto. Ma ho già Chiffon, sempre come omaggio, che mi dona gli stessi problemi... Da asciutti, gli ombretti minerali Neve sono una piccola tragedia (non ce n'è uno che si veda o che non svolazzi felice ovunque tranne che sull'occhio), da bagnati si ripigliano abbastanza.

    RispondiElimina
  4. Mi hai conquistata già quando hai nominato Bunny e Serenity... E ora ci sono le offerte sui formati mini... Mh, mannaggia la miseria...

    RispondiElimina
  5. ahahahahah....mi hai fatto morire dal ridere tutto il tempo...io adoro il tuo modo di scrivere e vorrei leggerti decisamente più spesso quindi spero proprio che riuscirai a riprendere in mano il blog più spesso (occhi supplicati stile gatto con gli stivali)...
    Comunque effettivamente questo ombretto da bagnato è davvero carino....ma io ho detto no agli ombretti minerali, alla fine non li uso mai perchè sono troppo scomodi e io sono pigra come un bradipo morto...

    RispondiElimina
  6. Adoro questo colore e si mi hai convinta! Era già da tempo che volevo fare un ordine da Neve Cosmetics e dopo questo post credo sia arrivato il momento giusto per farlo! Baci

    Sul mio blog trovi un nuovo post! Se ti va passa a leggerlo! ;)
    http://chocolateglass.blogspot.it/2015/09/fallwinter-wishlist.html#more

    RispondiElimina
  7. che bella recensione ahah:) comunque l'ombretto è carinissimo!
    baci,chiara
    tuttoquellocheci-piace.blogspot.it

    RispondiElimina

Un commento al giorno leva il medico di torno :D